Navigazione veloce

La scuola

L’Istituto Comprensivo ”J. Sannazaro” comprende le seguenti scuole:

  • · Scuola dell’Infanzia Capoluogo
  • · Scuola dell’infanzia Dogana
  • · Scuola Primaria Capoluogo
  • · Scuola Primaria Dogana
  • · Scuola Secondaria di primo grado

MISSIONE E VISIONE

Il Piano dell’offerta formativa elaborato per il triennio 2016/2017;2017-2018;2018/2019 terrà conto della Missione e della Visione dell’Istituzione scolastica condivisa dagli organi collegiali e in stretta relazione alle indicazioni contenute nella L.107/2015.

VISIONE

 

 Il nostro voler diventare ed essere:

 

  • Rendere le bambine e I bambini, le ragazze e i ragazzi, attraverso il sapere, il sapere fare e il sapere essere, consapevoli, autonomi, competenti e responsabili.
  • Essere luogo privilegiato di valenza educativa, di incontro e di scambi culturali ed esperienziali per le famiglie e guida per tutti gli alunni alla convivenza democratica, nel rispetto delle differenze, provenienza, cultura di riferimento, nella prospettiva di una sempre maggiore interazione con il territorio.
  • Valorizzare i diversi talenti, attraverso la considerazione delle intelligenze multiple.
  • Appassionarsi ancora: il Sapere, insegnare ad imparare, scoprire, condividere, darsi la mano, sorridere.

Ciascun componente della comunità professionale è chiamato a vivere responsabilmente il proprio ruolo educativo, nel pieno rispetto delle norme, del codice di comportamento dei dipendenti pubblici, della dimensione collegiale della scuola.

Il coinvolgimento e la fattiva collaborazione delle risorse umane di cui dispone l’Istituto, l’identificazione e il senso di appartenenza all’istituzione, la motivazione, il clima relazionale ed il benessere organizzativo, la consapevolezza delle scelte operate e delle motivazioni di fondo, la partecipazione attiva e costante, la trasparenza, l’assunzione di un modello operativo orientato al miglioramento continuo di tutti i processi di cui si compone l’attività della scuola, non possono darsi solo per effetto delle azioni poste in essere dalla dirigenza, ma chiamano in causa tutti e ciascuno, quali espressione della vera professionalità che va oltre l’esecuzione di compiti ordinari, ancorché fondamentali; si tratta di elementi indispensabili all’implementazione di un Progetto formativo unitario, reale strumento di lavoro  che superi la dimensione del mero adempimento  burocratico, in grado di canalizzare l’uso e la valorizzazione delle risorse umane e strutturali, di dare un senso ed una direzione chiara all’attività dei singoli e dell’Istituzione nel suo complesso.

 

                                       VALORI

 

Coerentemente col modello praticato dalle “Scuole Senza Zaino. Per una scuola comunità”, dall’anno scolastico 2017/2018 esteso dalla Scuola Primaria all’Infanzia e alla Secondaria di I grado, tutta l’organizzazione e la didattica della scuola si fonda su tre valori fondamentali, non solo da trasmettere ma da inseguire ognuno in prima persona:

 

LA COMUNITÀ: “Insieme si può fare…”

Nel rispetto della libertà di insegnamento costituzionalmente riconosciuta la comunità professionale dell’Istituto è chiamata a

  1. condividere scelte pedagogiche e didattiche in grado di valorizzare le competenze di ciascuno;
  2. lavorare insieme (nella sezione, nella classe, nel corso, tra le discipline), spingere il lavoro nella scuola verso la medesima direzione;
  3. considerare la collegialità un valore aggiunto per i professionisti della conoscenza;
  4. considerare la formazione e l’aggiornamento continui non un obbligo dettato dalla legge, ma un elemento irrinunciabile per governare e non subire i cambiamenti del nostro tempo;
  5. condividere i percorsi formativi mettendoli a disposizione dei colleghi per scambiare idee, materiali, progetti;
  6. coinvolgere i genitori nella realizzazione di ambienti di apprendimento accoglienti, non anonimi, in cui gli alunni possano star bene e possano essere guidati a sviluppare il senso della comunità e dell’appartenenza;
  7. affiancare e sostenere il Dirigente nel ricercare incessantemente la fattiva e concreta collaborazione dell’Ente comunale e di tutte le realtà territoriali più attente e sensibili nei confronti della scuola: associazioni, privato sociale, parrocchia, professionisti.

 

LA RESPONSABILITÀ: “Se ognuno fa la sua parte…”

Nel superare il modello trasmissivo e nel ritenere che “educare non è riempire un secchio ma accendere un fuoco” l’alunno viene guidato a

  1. sentirsi protagonista del proprio apprendimento;
  2. vivere responsabilmente la dimensione dello stare insieme assumendo incarichi volti a promuovere il benessere organizzativo;
  3. contribuire alla realizzazione di un sistema di regole condivise e non subite;
  4. prendersi cura del decoro degli ambienti come spazi di tutti e di ciascuno;
  5. acquisire in relazione alla propria età autonomia e autocontrollo;
  6. portare a termine quanto gli viene assegnato;
  7. scegliere consapevolmente tra una pluralità di attività proposte.

 

L’OSPITALITÀ: Il bel clima di scuola…”

L’Istituto Jacopo Sannazaro aspira ad essere un luogo in cui:

-       tutti gli spazi possano essere accoglienti e ospitali: aule, aule docenti, spazi in comune, spazi esterni;

-       ciascun alunno possa sentirsi accolto e valorizzato;

-       personalizzare l’insegnamento sia la regola e non l’eccezione;

-       non esiste il diverso perché ciascuno è diverso;

-       l’inclusione è un valore che deve orientare tutte le scelte formative e progettuali.

MISSIONE

Il nostro “dover essere ora

  • Garantire il successo scolastico e il successo formativo di ogni allieva e di ogni allievo.
  • Formare un futuro cittadino capace di progettare con gli altri.
  • Orientare l’alunno a perseguire con consapevolezza la costruzione delle proprie competenze sociali e culturali.
  • Essere una scuola con docenti capaci di essere ed esserci, con idee forti e chiare: il rigore, le regole, l’ascolto, la tempistica, la coerenza, la presenza. Non persone che sappiamo, ma anche persone che dialoghiamo, entusiasmiamo, guardiamo negli occhi i ragazzi, scopriamo e memorizziamo il linguaggio e lo status di ciascuno, cerchiamo e troviamo la chiave del contatto umano ed emotivo, sperimentiamo e conosciamo insieme con loro.
  • Considerare i diritti coniugati con i doveri e poi guardare con ottimismo ai risultati.

 

PROPOSTE E PARERI PROVENIENTI DAL TERRITORIO E DALL’UTENZA

L’Istituto, nella fase di ricognizione preliminare alla stesura del Piano, ha tenuto conto delle indicazioni date dagli Organi Collegiali (Consiglio d’Istituto e Collegio Docenti) e delle proposte formulate dagli enti locali e dalle diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti nel territorio.

Esse risultano essere le seguenti in continuità con il PTOF predisposto per l’anno scolastico 2016/17:

  • Potenziamento delle competenze linguistiche con particolare riferimento alla lingua inglese.
  • Potenziamento delle competenze matematico-logiche e scientifiche.
    • Potenziamento delle attività musicali e motorie nella Scuola dell’Infanzia, nella Scuola Primaria e nella Scuola Secondaria di 1° grado.
    • Integrazione dell’offerta territoriale con quella dell’Istituto con apertura e assorbimento nell’offerta formativa delle attività proposte dal territorio.
    • Apertura della scuola oltre gli orari tradizionali al servizio della comunità.
      • Partecipazione a progetti comunali per sviluppare il senso civico, la partecipazione attiva e democratica alla vita della comunità territoriale e le competenze chiave di cittadinanza.
      • Potenziamento delle attività di inclusione individuando con chiarezza le aree BES e i conseguenti interventi di personalizzazione dei percorsi formativi nell’ambito di una inclusività degli alunni che coinvolga tutto l’Istituto in un unico indirizzo educativo.
      • Personalizzazione delle attività della scuola riferita alle azioni di recupero degli studenti in difficoltà e di potenziamento degli studenti in posizione di eccellenza, ai sensi del comma 29 dell’art.1 della legge 107/2015 e dei decreti attuativi.
      • Sviluppo di attività didattiche e formative connesse con l’utilizzo sistematico delle tecnologie sia a livello individuale, sia a livello laboratoriale.

http://www.olivetocitraic.edu.it/wp-content/plugins/wp-accessibility/toolbar/css/a11y-contrast.css